Blog Sandra Alberti e il magico mondo de «La tua Favola»

Sandra Alberti e il magico mondo de «La tua Favola»

Abbiamo scoperto “La tua favola” sul web e la nostra curiosità è stata davvero tanta! Abbiamo quindi intervistato per voi la creatrice: Sandra Alberti. È stato un piacere parlare con lei di sogni e scrittura. È bastato davvero poco per capire la passione che mette nel suo lavoro e l’amore che trasmette attraverso le sue favole artigianali, davvero uniche. Ecco cosa ci ha raccontata de « La tua favola »!

Quando è nata l’idea di scrivere favole su commissione?

L’dea delle favole nasce 6 anni fa circa. Quando ho scoperto di essere incinta, ho perso il lavoro e mi sono ritrovata a casa con tanto tempo libero. Spesse volte mi capitava di raccontare delle favole alla pancia, le classiche favole che tutte le mamme raccontano ai bambini. Ma la pancia cresceva ogni giorno di più e così, piano piano, avendo sempre avuto la passione per la scrittura ho deciso che al mio bambino avrei raccontato favole nuove, inventate da me. “E perché non allargare il pubblico?”, ho pensato a un certo punto! Mi piaceva l’idea di raccontare la storia degli altri attraverso il magico esercizio della scrittura e del disegno. Ho fatto dei corsi per specializzarmi nel disegno e mi sono lanciata in quella che oggi posso definire una meravigliosa avventura. Quando ho scritto la prima favola su commissione, l’emozione è stata davvero grande, il lavoro impegnativo. Non tanto nell’esercizio della scrittura quanto nella realizzazione del libro, tutto fatto amano

Dove trovi l’ispirazione, non deve essere sempre facile raccontare le storie degli altri e fare in modo che possano davvero rivedersi in ciò che scrivi?

Pensavo fosse più difficile sai? Invece ho scoperto di avere una grande fantasia. Diciamo che la parte creativa della storia è la più veloce. Parlo molto con i miei clienti, mi raccontano di loro, di quello che vorrebbero trasmettere, trovo spunto dalle loro informazioni ma poi è come se, per magia, la storia si scrivesse da sola, tutto si incastra alla perfezione.  

Chi richiede una favola personalizzata?

Tutti! Ci dice sorridendo, e le si illuminano gli occhi!

Credo che ognuno di noi abbia nel cassetto della memoria una storia che merita di essere raccontata! Le storie sono già scritte, non c’è bisogno di chissà cosa per raccontare la propria favola. Succede qualcosa che vale la pena di fermarsi e raccontare. La favola è come una fotografia di un particolare momento della vita. Una fotografia che rimane lì per sempre. È un altro modo per trattenere un ricordo.

La favola mi viene richiesta dalla mamma che vuole fissare per sempre nella memoria il compleanno del suo bambino, chi desidera fare un regalo speciale per un battesimo, chi festeggia l’anniversario di matrimonio e vuole fare un regalo unico alla sua dolce metà. Chi sta per sposarsi e desidera sorprendere il futuro sposo/a durante la cerimonia. Se c’è una storia, io posso trasformarla in favola, non importa quale sia l’evento.

Qual è la favola più emozionante che hai scritto finora?

Le favole più belle a cui sono legata (ne scrive più o meno 100 l’anno) sono quelle più difficili.
Quando davanti al foglio bianco mi fermo e dico: «  E adesso? » sì confermo che le favole più emozionanti sono le più difficili.
Personalmente, quando scrivo favole per chi festeggia le nozze d’oro sento un’emozione davvero particolare. È bello vedere il tempo che passa attraverso le tante fotografie che mi mandano, l’amore intatto come il primo giorno. È sempre un onore per me festeggiare attraverso la scrittura questo tipo di amore.

Com’è entrare per un attimo nella vita degli altri?

Vedere la gente che ti regala un momento particolare della propria vita è davvero speciale. Anche perché le persone si affidano a occhi chiusi, nel senso che loro non ricevono una bozza della favola. Una volta commissionata arriva a casa bella e pronta senza preview. L’effetto sorpresa è quindi garantito! E devo dire che fino a oggi i miei clienti sono stati tutti molto contenti del risultato. È bello vedere la gente che si affida, perché la favola è un regalo particolare.

Ti piace di più disegnare o scrivere?

Mi piace di più scrivere, però disegnare è molto più rilassante, mi perdo nei disegni.

Oltre a “La tua Favola” realizzi anche altri sottoprodotti?

Mi è venuta l’idea di fare delle bomboniere. È un regalo davvero originale per gli ospiti! È chiaro che quando richiedono le bomboniere che sia per un matrimonio o un battesimo o per qualsiasi altro tipo di evento, mando prima una bozza per essere sicura di aver centrato l’obiettivo. Le bomboniere sono delle deliziose miniature stampate dell’originale. Il tipo di carta che usiamo è molto particolare e anche la stampa, quindi riusciamo a riprodurre un prodotto fedelissimo alla copia artigianale. Devo dire che questa idea piace molto, il fatto che ogni invitato riceva la mini favola entusiasma i miei clienti, tra l’altro “la tua favola” in miniatura si presta a essere abbinata a un oggetto prezioso o in argento.

Un altro sottoprodotto è “La tua favola” a cartone animato. Gli sposi che l’hanno richiesta sono rimasti davvero contenti. Mi hanno anche scritto che spesso ho fatto piangere e commuovere gli invitati. Non importa l’età, la favola, se tocca il cuore, fa proprio questo effetto.

Cosa chiedono le future sposine?

Il messaggio che deve arrivare è quello amoroso; cosa assai difficile, ma devo dire che riesco a entrare subito in empatia con i clienti, e cerco di dire « ti amo » in modo diverso, a volte anche in modo divertente. Spesso le spose mi raccontano pregi e difetti del futuro coniuge e io costruisco una favola che oltre a fare emozionare possa strappare anche un sorriso.

Il costo de “La tua favola” è accessibile a tutti?

Credo che tutti debbano poter avere la propria favola e quindi mi mantengo su costi molto accessibili. Dietro, essendo un lavoro fatto a mano, c’è davvero tanta fatica, ma l’idea di poter cucire addosso una favola a ogni cliente che mi contatta e che poi questo rimane così soddisfatto da chiamarmi a distanza di anni, mi dà la forza per continuare a realizzare il mio prodotto e di renderlo economicamente accessibile a tutti.

Tu racconti le storie degli altri e se io volessi raccontare brevemente la tua?

Potresti dire, ad esempio, che la mia personalissima favola è iniziata con la maternità e che grazie a questo momento speciale della vita è nata questa idea. Potresti dire che la notte porta consiglio e tempo, perché è dopo le 21,00 che mi dedico appieno a questo lavoro, in quanto durante la giornata ho due figli meravigliosi che hanno bisogno della loro mamma. Potresti dire che la mia favola è iniziata quando ho trasformato la perdita del lavoro in una grande opportunità per fare quello che ho sempre sognato di fare. E, infine, potresti aggiungere che il mio mondo è fatto di magia, scrittura e immagini che si fondono regalandomi sempre nuovi spunti per sognare. Mi sento come una fatina e mi piace l’dea di portare magia nella vita delle persone.

E, mi raccomando, non ti dimenticare di scrivere che faccio un lavoro talmente bello che non mi stanca mai e che il riscontro delle persone è talmente positivo che posso aggiungere che faccio un lavoro FAVOLOSO! Scusa il gioco di parole.

Grazie Sandra, noi di Villa Ester pensiamo che il tuo progetto sia favoloso proprio come te! E invitiamo i nostri lettori a seguirti sui social per vedere tutti i tuoi meravigliosi lavori!

Grazie a voi!

Se volete saperne di più su “La tua Favola” visitate la pagina Facebook cliccando qui 

o scrivere a Sandra:
sandra.latuafavola@gmail.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *