Blog Tradizioni del Matrimonio italiano I parte

Tradizioni del Matrimonio italiano I parte

Oggi vogliamo parlarvi del classico matrimonio all’italiana. Italia, terra di grandi artisti e poeti è anche culla di favolose tradizioni legate alle nozze.

Se ciò che volete è un matrimonio doc, allora seguite alla lettera tutti i nostri suggerimenti sulle tradizioni del matrimonio italiano I parte.

 

Scegliere il giorno delle nozze

La tradizione vuole che scegliere il giorno giusto per convolare a nozze sia il primo passo per un matrimonio riuscito. State molto attenti quindi alla scelta della data: il lunedì, ad esempio, porta buona salute, il martedì è ricchezza sicura, il mercoledì è propizio, ma dimenticatevi il giovedì che nella tradizione porta dispiacere alla sposa e anche il venerdì che porta disgrazie, il detto dice infatti: “né di Venere né di Marte ci si sposa o si parte, né si da principio all’arte”;

Sabato e domenica continuano a essere giorni buoni, ma non favolosi. Se possiamo darvi un affettuoso consiglio vi suggeriamo i primi tre giorni della settimana.

 

Scegliere il mese delle nozze
Simpatiche idee per annunciare le nozze

Qual è il mese più bello e fortunato per convolare a nozze? Secondo la tradizione anche qui bisogna stare molto molto attenti. Gennaio porta affetto, gentilezza e fedeltà ( mica male); febbraio, si sa, è il mese dell’amore per eccellenza, marzo è invece portatore di gioie e di pene, mentre aprile porta solo cose belle! Maggio nefasto (cancelliamolo subito), giugno è il mese dedicato a Giunone, Dea che protegge l’amore e le nozze, quindi perfetto! Agosto garantisce un futuro ricco in cambiamenti, settembre porta prosperità economica e ottobre amore e denaro ( perfetto!); se cercate la felicità allora è novembre il mese giusto, ma se siete inguaribili romantici, allora il mese adatto per convolare a nozze è dicembre, il mese dell’amore eterno.

 

La tradizione della dote

La famiglia della sposa è davvero protagonista, secondo la tradizione è proprio la famiglia della sposa che deve fornire gli abiti, la biancheria e gli accessori per la casa, perché il primo anno di nozze, lo sposo non doveva sostenere spese per l’abbigliamento e la biancheria della moglie.

 

 

L’abito da sposa

Per quanto riguarda l’abito della sposa ci sono superstizioni di tutti i tipi, a partire dalla scelta del colore: il favorito dalla sorte sembra essere il bianco, mentre l’avorio preannuncia una vita turbolenta; il blu indica sincerità da parte della sposa; il rosa predice una perdita economica; il rosso è desiderio di morte; il giallo mancanza di stima da parte della sposa; il verde timidezza; il nero pentimento. Inoltre la sposa non si deve guardare allo specchio con l’abito il giorno del matrimonio, e se proprio lo vuole fare, si deve prima togliere una scarpa, un orecchino o un guanto.

 

La scelta delle fedi

Strano ma vero la tradizione della fede proviene dagli antichi Egizi che sostenevano che ci fosse una vena in cui correvano i sentimenti e l’avevano individuata proprio nell’anulare, credevano che questa vena arrivasse fino a cuore, quindi legare, anulare significava solidità di sentimenti e fedeltà.

Ma la fede non si chiama così in tutte le regioni d’Italia, in alcune la chiamano  ‘vera’ termine veneto-slavo, che significa fedeltà; a differenza della dote in questo caso la tradizione vuole che sia lo sposo a comprarle e a conservarle fino al giorno delle nozze.

 

 

La tradizione della bomboniera

La bomboniera non è italiana. È giunta dalla Francia solo alla fine del xv secolo. Ma è solo nel 1700 con le nozze tra Vittorio Emanuele, principe di Napoli e Elena del Montenegro, che la bomboniera entra a far parte della tradizione matrimoniale italiana, come dono di ringraziamento degli sposi a tutti coloro che partecipano al festeggiamento.

 

Stai per convolare a nozze e non hai ancora scelto la location? Clicca qui e prenota la tua visita nella nostra villa a pochi passi da Catania.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *