Blog Matrimonio al sud, cinque cose divertenti da sapere

Matrimonio al sud, cinque cose divertenti da sapere

Oggi vogliamo parlarvi dei matrimoni al sud. Perché questi sono tutta un’altra storia. Sono ricchi di usanze che si tramandano da generazione in generazione, seguono delle leggi dettate sia dai futuri sposi ma, soprattutto, dai genitori, anzi dalle suocere, sì avete capito bene. Ovviamente questo articolo va letto, e speriamo così venga recepito e percepito dai nostri lettori, in chiave assolutamente ironica. Perché anche al sud le cose stanno cambiando, ma prima che la modernità spazzi via per sempre queste divertenti usanze noi vogliamo lasciarne traccia.

Pianificazione delle nozze

Al sud si parla di matrimonio con un netto anticipo. La pianificazione può iniziare anche svariati anni prima perché tutto deve essere assolutamente perfetto. Se, ad esempio, la villa ricevimenti prescelta è occupata, la sposa è anche capace di rimandare di un anno le proprie nozze, l’obiettivo è che tutto sia perfetto e la perfezione richiede tempo. Il fotografo lo si sceglie almeno due o tre anni prima, il tempo di fare qualche scatto prematrimoniale, perché il prematrimoniale è d’obbligo ed è ancora più bello se fatto sfruttando le stagioni.

Annuncio alla famiglia

L’annuncio è già una festa in sé! Quando si decide di comunicare il lieto evento, solitamente davanti ai parenti più stretti cioè, genitori, fratelli, cugini di primo secondo e terzo grado (ogni tanto ci sta che si invita anche la vicina, vuoi mettere? È una di famiglia, meglio di una sorella) un secondo dopo l’annuncio si dà vita a una serata con i fiocchi: champagne, dolcetti, la nonna svuota il frigo e in meno che se ne dica prepara un buffet con i fiocchi, mentre lo zio e i cugini vanno a comprare le paste e la torta per festeggiare la notizia. Al sud siamo calorosi, ogni occasione è buona per un cin cin!

La scelta dell’abito

La scelta dell’abito da sposa rappresenta per la ragazza del sud una vera e propria missione, trascorre anni sfogliando riviste: Vogue, Vanity fair, Fashion style, va a caccia di notizie sui tessuti e sulle tendenze, sui colori e su chi, tra i vip ha indossato l’abito più bello, perché lei lo vorrà ancora più bello! Quindi attenzione, non sia mai che si scelga al primo colpo, senza prima fare chilometri alla ricerca dell’abito che strappi la lacrimuccia!  L’abito va scelto con calma e determinazione, ogni giorno un atelier diverso, ogni giorno una missione, fin quando la futura sposa non decide di affidarsi a una sarta, perché diciamoci la verità, l’abito deve essere unico!
ph.credits- https://www.besteventlab.it/2014/10/01/abito-da-sposa/

Il numero degli invitati

Pochi ma buoni? No, al sud non esiste proprio, Il matrimonio è un’occasione unica per riunire amici e parenti, e quindi più si è meglio è! Dalla zia d’America che non si vede da almeno 20 anni ma che per l’occasione ha promesso di prendere l’aereo per la prima volta nella sua vita, visto che la prima volta in America c’è andato con il «vapore» alla cugina di quarto grado con i suoi quattro figli che «non puoi non invitarlo, che figura buoi fare quella della poveretta?» Sì perché al sud il numero di invitati indica anche lo status quo, più sì è più la famiglia è abbiente.

Per parlare di numeri un matrimonio intimo conta normalmente dalle 100 alle 150 persone, familiari e amici più stretti insomma.

La durata del matrimonio

Il matrimonio normalmente inizia già dalla sera prima. È tradizione al sud che lo sposo faccia una serenata alla futura sposa sotto il suo balcone, la sposa per ringraziare dell’omaggio apre le porte di casa e offre a tutti i partecipanti spumante e dolcetti, dopo il piccolo rinfresco si aprono le danze che possono durare anche diverse ore, soprattutto se l’indomani il matrimonio si svolge di pomeriggio. Il giorno dopo, i tempi sono davvero biblici, l’attesa della sposa, il rito religioso, l’uscita degli sposi dalla chiesa, i novelli sposi si assentano poi per qualche ora per fare le foto ricordo, invitando gli ospiti a recarsi presso la villa ricevimenti. Ci si perde nell’attesa, tra un finger food e un aperol spritz, fin quando, dopo qualche ora, arriva l’annuncio, eccoli felici e sfatti pronti a dare il via alle danze. Il banchetto può durare anche cinque ore, dipende dal numero delle portate scelte dagli sposi. Preparatevi quindi a una maratona culinaria se siete invitati a un matrimonio al sud.

State per organizzare il vostro matrimonio? Prenotate la visita in villa cliccando qui

Volete rimanere sempre aggiornati sulle promozioni e sulle giornate dedicate agli sposi? Iscrivetevi alla newsletter!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *